Vacanze 2021 in barca a vela in sicurezza


L’estate in arrivo ci vedrà ancora alle prese con il Covid-19, con possibili limitazioni degli spostamenti per viaggiare e una situazione sanitaria non ancora del tutto risolta. Per avere la certezza di passare le vacanze 2021 in sicurezza, la scelta della barca a vela potrebbe essere la soluzione ottimale.

La barca è uno dei luoghi più sicuri per evitare di entrare in contatto con il COVID-19, basta organizzarsi in maniera intelligente ed essere disposti a vivere la barca come realmente andrebbe vissuta.

La vacanza in barca è sicura

Partiamo dall’inizio e prendiamo in esame anche le possibili obiezioni, nonché le cose che dovranno cambiare perché la vacanza in barca sia effettivamente sinonimo di sicurezza.

Il distanziamento sociale in barca

In attesa di poter coprire una sufficiente parte della popolazione con il vaccino per il Covid, è opportuno optare per vacanze in piccoli gruppi, possibilmente facendosi fare un tampone anche rapido prima dell’imbarco.

Certo, il distanziamento sociale su una barca è difficilmente praticabile, la barca anche quest’anno va infatti pensata come luogo, abitazione e mezzo di locomozione da dedicare per intero allo stesso nucleo familiare o di amici.

Barche dedicate a piccoli gruppi, quindi, che potranno essere prese in locazione o a noleggio con skipper, oppure imbarchi alla cabina con richiesta di tampone o vaccino per per il Covid 19.

L’organizzazione della vacanza in barca

Iniziamo dal porto di imbarco, elemento non banale. Diverse persone, infatti, mi hanno chiesto di poter imbarcare in un porto raggiungibile con la propria auto perché vogliono evitare traghetti e aerei.

Le barche che abbiamo selezionato e che collaborano con noi si trovano tutte o quasi in costa o in porti facilmente raggiungibili.

In questo modo chi desidera veleggiare tra Isole dell’Arcipelago Toscano, Corsica e Sardegna non dovrà correre inutili rischi prendendo traghetti o aerei.

Portare il cane (o il gatto) in barca

Sempre più di frequente capita di incontrare navigatori che non rinunciano alla compagnia del proprio cane o del proprio gatto neppure durante una vacanza in barca.

Una volta scelta la barca e verificato che l’armatore o la società alla quale vi rivolgete per il noleggio o la locazione accettino animali domestici e e a quali condizioni, vi dovrete solo organizzare perché la vacanza sia piacevole per tutti.

Non tutti accettano animali domestici a bordo, pertanto è meglio verificare con largo anticipo per non correre il rischio di rimanere a terra.

Tra le barche che collaborano con noi ve ne solo diverse pet friendly

Definizione delle rotte e programmazione della vacanza

Le rotte di massima saranno definite con anticipo e si cercherà di evitare il più possibile inutili soste in porto.

Tanta rada, per vivere al massimo la barca e il mare e i porti per fare rifornimento di carburante e acqua solo se necessario.

Cerchiamo di evitare gli aperitivi al bar, le cene in trattoria e tutte quelle attività collaterali che presuppongono il contatto ravvicinato con altre persone, ma organizziamoci per farlo in barca.

In molte zone esistono persino dei servizi di delivery via mare, per ricevere aperitivo e cena direttamente in barca.

Una cambusa ben organizzata

Vivere in barca senza avere bisogno di fare la spesa quotidianamente o quasi è possibile, ma la cambusa deve essere organizzata con criterio.

Vi servirà un bravo cambusiere, che sappia pensare in maniera razionale a tutto, ma proprio tutto, quello che potrà essere utile per organizzare colazioni, pranzi aperitivi e cene in barca.

Non sapete come fare? Vi aiuteremo noi che, ve lo possiamo assicurare, di esperienza ne abbiamo parecchia.

Imparare a fare economia: l’acqua a bordo

Quando si resta in mare a lungo uno dei problemi più sentiti è quello dell’acqua dolce.

Le barche hanno a disposizione serbatoi per l’acqua dolce, non tutte sono dotate di dissalatore, dunque l’acqua diventa preziosa e non deve essere sprecata.

Bisogna imparare ad aprire e subito chiudere il rubinetto, usare l’acqua di mare per lavare i piatti, per esempio.

Fare la doccia tutte le sere è possibile, si può fare utilizzando saponi marini, detergenti specifici che possono essere usati con acqua di mare e sciacquarsi rapidamente alla fine con acqua dolce.

Con un po’ di attenzione l’acqua dei serbatoi durerà a lungo e sarà l’occasione per vivere in maniera più naturale e attenta all’ambiente che ci circonda.

Cucinare in barca

Le barche moderne sono tutte dotate di cucina con forno e frigorifero e cucinare a bordo non è un problema.

Un po’ di fantasia, qualche ricetta ben studiata, ne trovate diverse nella sezione dedicata al cucina del nostro sito, e il gioco è fatto.

Volendo potrete avere anche il pane fresco tutti i giorni, da fare in barca usando la pentola a pressione!

Volete il pesce fresco? Una bella canna da pesca e la cena è assicurata (ok, il cambusiere, che è una persona seria, avrà in ogni caso provveduto a stivare scatolette di tonno, sardine e dell’ottima bottarga).about:blankPost Carousel

La sacca del velista

Sacca. Sì. Sacca e non valigia. In barca a vela si porta tutto all’interno di una borsa di tela morbida che potrà essere ben ripiegata e messa via senza occupare spazio.

In realtà per passare una settimana in barca non serve moltissimo.

Una federa, un sacco a pelo o lenzuolo per dormire, un paio di asciugamani in microfibra, un beauty case con quanto necessario e l’abbigliamento base.

Come mi vesto in barca?

In barca, in estate, serve davvero poco: qualche costume, qualche maglietta, due paia di pantaloncini corti, un paio di pantaloni lunghi per le serate più fresche, una felpa e un pile, una tuta da ginnastica leggera che possa fungere anche da pigiama, la cerata e un paio di scarpe da barca.

Fine.

Una barca sempre pulita e in ordine

L’attenzione alla pulizia e all’igiene è uno dei miei pallini. Il mio passato da biologa fa sì che sia Baraonda, sia le barche dei nostri Soci armatori ricevano da sempre grandissime attenzioni dal punto di vista igienico.

Sulle barche che abbiamo selezionato per voi è assolutamente normale che alla pulizia quotidiana sia affiancata una disinfezione di tutti gli ambienti con cui i gli ospiti possono venire in contatto.

Personalmente da oltre 10 anni utilizzo una soluzione di cloro attivo elettrolitico per la pulizia e per disinfettare i bagni e tutte le parti della barca che non risentono dell’utilizzo di questo tipo di soluzione.

I cielini delle cabine e della dinette, in materiale sintetico, per esempio, possono essere trattati senza pericoli e ho la certezza di rimuovere sporcizia e eventuali patogeni.

Le superfici della cucina, il frigorifero, le sentine e gli interni degli armadietti sono un altro esempio.

Sicurezza e igiene sono per noi un must, da sempre.

Vacanze al mare in Italia

Anche per le vacanze 2021 i motivi per optare per una vacanza in Italia sono molteplici.

La bellezza dei nostri paesaggi e del nostro mare non ha pari e – diciamocelo – le possibilità di goderselo come mai prima, vista la probabile riduzione di turisti stranieri.

Dalla Liguria alla Sicilia

Grazie a una rete di collaboratori e soci, che abbiamo selezionato nel corso degli ultimi anni per la loro professionalità e affidabilità, possiamo consigliarti barche lungo tutta la costa tirrenica e adriatica e sulle Isole maggiori e minori.

Veleggiare in Mediterraneo

Se la situazione sanitaria lo consentirà, sarà possibile prenotare tramite i nostri partner barche in Spagna (Isole Baleari incluse), Croazia, Grecia.

Se desideri saperne di più o se vuoi conoscere la disponibilità della nostre barche per la prossima estate

Contattaci per organizzare le tue vacanze 2021 in barca


    Page: 1 2 37
    Print Friendly, PDF & Email