Il coltello da marinaio

Ogni velista che si rispetti ha almeno un coltello del quale è oltremodo geloso e che fatica a far toccare a chiunque a bordo.

Esistono diverse tipologie di coltelli per un utilizzo in mare, ma la realtà è che quando vi trovate su una barca a vela i coltelli che vi potranno servire sul serio sono solo due o tre.

Una regola per tutti: sceglieteli in acciaio inox per ambiente marino e resteranno al votro fianco per i prossimi 30 anni.

Il classico coltello da marinaio

Da agganciare alla cintura e tenere sempre con sé. Deve essere munito di lama, punteruolo cavanodi, aprigrilli. Secondo i modelli cambia il tipo di lama, può essere presente un apribottiglie o meno, ma resta in ogni caso molto semplice e pratico.

Questo è il coltello del velista per eccellenza


Il coltello da sub, con la sua custodia da assicurare alla gamba è fondamentale anche se non praticate questo sport.

Un esempio? Provate a liberare l’elica attorno alla quale si è attorcigliato un pezzo di rete da pesco con uno strumento differente…


Il Leatherman, ovvero il desiderio segreto di ogni aspirante Capitano. Ne esistono diversi modelli, in realtà anche diverse marche, ma Leatherman resta sinonimo di qualità e robustezza.

In pratica è una cassetta degli attrezzi tascabile. Io ne avevo uno, ma me lo ha fregato il consorte ritenendolo un oggetto troppo virile per me. Chi me ne regala uno nuovo?


anemometro vento vela

L’anemometro portatile

Quante volte vi è capitato di dover salire in testa d’albero perché l’anemometro, volgarmente definito strumento del vento faceva le…
Read More
Print Friendly, PDF & Email