Superyacht, varato Audace di Andrea Merloni

k42 audace

Varato pochi giorni fa, Audace, il nuovo superyacht di Andrea Merloni già fa parlare di sé.

Un progetto custom dei I Cantieri delle Marche per uno yacht con una lunghezza di 42,80 metri e una larghezza di 9,40 metri, un pescaggio a pieno carico di 2,75 m e 450 tonnellate di stazza.

Organizzato su cinque ponti, Audace ha a disposizione 4 cabine per gli ospiti, due sul ponte inferiore con balconi e due sul ponte principale con accesso diretto ai passaggi laterali, oltre a nove cabine per l’equipaggio e un appartamento esclusivo per l’armatore.

Il proprietario si è fatto realizzare un ponte privato, il più alto dei quattro ponti dedicati agli ospiti, totalmente inaccessibile agli estranei. L’appartamento armatoriale si compone di una cabina a prua con letto maxi e un soggiorno privato che si apre sulla terrazza attrezzata con divani e piscinetta.

Una cucina professionale consente a due cuochi di preparare pasti per un massimo di 250 ospiti.

Due discoteche, una interna e una esterna, un tender di oltre 10 metri, un ampio “garage” dove trovano posto auto, moto, tender per l’equipaggio e attrezzature per lo sci d’acqua sono alcune delle particolarità di questo importante progetto.

Lavorare su un superyacht

Far parte dell’equipaggio di superyacht non è facile, ma esistono diversi siti che si occupano proprio della selezione del personale per le barche di lusso in tutto il mondo, eccone alcuni.

superyacht

Se avete deciso di trasferirvi in Australia, la Superyacht Crew International fa al caso vostro, è la più importante agenzia di recruitment di personale specializzata in superyacht.

In Europa Camper & Nicholson, punto di riferimento a livello mondiale per lo yachting di lusso, offre anche un servizio di selezione e gestione del personale grazie a una divisione dell’azienda esclusivamente dedicata a questo. Sul loro sito, cliccando il menu Equipaggio, troverete informazioni e offerte di lavoro.

Su Find a Crew, importante network che mette in contatto imbarcazioni ed equipaggio, potrete trovare numerose offerte per mansioni di tutti i tipi – dal comandante alla hostess, fino all’imbarco gratuito o con condivisione delle spese per chi decide di passare un periodo della propria vita in maniera diversa.

Jack, passami il coltello che devo sbloccare il grillo

opinel outdoor coltello barca

Dove Jack, almeno da noi, sta per quello che vorrebbe prendere il sole in pace, ma viene ogni volta chiamato ad attività che volentieri si risparmierebbe (già che sei lì, mi andresti a prendere…) e per coltello non si intende quello per il salame, bensì quello da barca.

Perché, almeno in barca, c’è coltello e coltello. Il coltello da tavola, indubbiamente, quello da sub (sempre utile) e quello da barca. Che potrà essere multifunzione, oppure estremamente semplice e leggero, ma funzionale, come questo proposto da Opinel.

La qualità è quella da sempre garantita da Opinel, con una lama di 10 cm in acciaio inox 12C27 modificato Sandvik con uno spessore di 2,5 mm per garantire la massima resistenza.

La lama presenta un micro seghetto da 3,5 cm per tagliare con decisione e senza sforzo qualsiasi tipo di corda naturale o sintetica, è dotato del sistema di sicurezza Virobloc che blocca la lama in posizione aperta o chiusa, ha il manico antiscivolo ergonomico e la lama forata per avvitare e svitare i grilli tipicamente utilizzati nella nautica.

Ha inoltre un fischietto integrato nel manico (privo di biglia per garantire il funzionamento in ogni condizione metereologica) e un comodo cordino sintetico per attaccarlo a moschettoni o cinture (evitando così di farlo cadere in mare).

opinel 8 outdoor

I materiali plastici utilizzati garantiscono la massima resistenza all’acqua e alle temperature più estreme (sono garantiti da -40°C a +80°C).

Il coltello N°8 OUTDOOR è disponibile nei colori: arancio, turchese, rosso, verde.

Il prezzo al pubblico consigliato è di soli € 26,00

Alla ricerca del perfetto smartphone per velisti

A quanti di voi è capitato di far fuori almeno uno smartphone o un tablet nuovo di pacca durante una giornata in barca a vela? Il telefono che durante una strambata rovina in pozzetto, il telefono nella tasca posteriore dei pantaloni su cui vi siete maldestramente seduti scivolando sempre durante quella maledetta strambata, o ancora il maledetto telefono che vigliaccamente sguscia dalla tasca e si lancia in mare.

Ecco, noi, per esempio, lo scorso anno ne abbiamo annegati due nel giro di un paio di mesi…

Da qui la ricerca del telefonino e del tablet perfetto: quello che non si rompe anche se cade di spigolo in pozzetto, che non si impressiona più di tanto se viene travolto da un’onda anomala, che non diventa un acquario in miniatura se cade in porto e resta in acqua 2 minuti (il tempo di lanciare una serie di improperi, levarsi la maglietta e tuffarsi a recuperare il malcapitato) e che, auspicabilmente, ha imparato a nuotare fin da piccolo.

I rugged di Archos

Nel corso delle nostre ricerche di smartphone e tablet effettivamente robusti e che non costassero uno stipendio, spiccano i due rugged di Archos. Uno smartphone e un tablet che – a un prezzo davvero interessante – presentano caratteristiche di tutto rispetto per degli oggetti che dovranno fare la vita del rude marinaio.

Lo smartphone: ARCHOS 50 Saphir

ARCHOS 50 Saphir è uno smartphone pensato e realizzato per affrontare le sfide dei luoghi ostili: il design è irregolare, il display è dotato della protezione Gorilla© Glass 4 ed è resistente a graffi, urti e polvere, è waterproof e con caratteristiche di eccellente qualità.

Conforme allo standard IP68, ARCHOS 50 Saphir è resistente a graffi, polvere e può essere immerso in acqua fino ad un metro di profondità per circa 30 minuti. Lo smartphone supporta inoltre temperature dai -20C° fino ai +55C°.

Il dispositivo è dotato di risoluzione HD, per godere di contenuti multimediali anche all’aperto, e possiede un processore quad-core Mediatek MT6737 chipset a 1.5 GHz, 2 GB di RAM e 16 GB di memoria interna, espandibile fino a 128 GB attraverso lo slot per schede microSD integrate.

L’autonomia della batteria è notevole: l’ARCHOS 50 Saphir monta una batteria da 5000 mAh di lunga durata e beneficia della tecnologia Mediatek Pump Express Plus che riduce i tempi di ricarica di quasi la metà.

ARCHOS 50 Saphir possiede due fotocamere: una posteriore da 13 MP con autofocus e flash LED e una frontale da 5 MP.

Basato su piattaforma Android, il dispositivo offre funzioni come Google Now e Doze, particolarmente adatte per coloro che lavorano all’aperto: Google Now, infatti, grazie all’assistente digitale e a un focus mirato sul “contesto”, è in grado di stabilire dove si trova l’utente e ciò che quest’ultimo richiede come risultato.

Doze ottimizza ancora di più la durata della batteria grazie all’attivazione automatica della modalità deep sleep.

Non è un prodotto recentissimo e nemmeno sa nuotare (si può però dotare di custodia galleggiante), ma il rapporto qualità prezzo è molto buono, lo potete infatti acquistare a circa 140 euro su web.

Archos 50 saphir
Archos 50 Saphir

Il tablet 2 in 1: ARCHOS Sense 101X

ARCHOS Sense 101X è un tablet 2 in 1 rinforzato e dotato di tastiera. Ideato appositamente per tutti coloro che lavorano o praticano sport all’aperto, questo tablet associa uno schermo IPS HD da 10.1 pollici ad un processore quad-core, è dotato di 1GB di RAM e di 16GB di memoria interna, 2 fotocamere, un GPS integrato, slot per USB Type-C e micro HDMI, il tutto in un casing rinforzato.

Il tablet, infatti, è dotato di un casing rugged che non teme cadute (fino a 1 metro), polvere e getti d’acqua, come previsto dagli standard IP54.

ARCHOS Sense 101X possiede uno schermo IPS HD da 10.1 pollici con una risoluzione da 1280×800 pixel, un’ottima nitidezza e angoli di visione incredibilmente ampi; è possibile guardare foto, video e film, utilizzare le app preferite, consultare i documenti o aggiornare i social network stando comodamente (si fa per dire) appollaiati sul musone di prua in navigazione, con i piedi in acqua, per esempio.

Il processore quad-core a 64 bit di Mediatek cadenzato a 1.3GHz, insieme ad 1GB di RAM e 16GB di memoria interna, é in grado di gestire più video e applicazioni contemporaneamente.

Le fotocamere sono due, una frontale da 2MP e una posteriore da 5MP.

ARCHOS Sense 101X è dotato di un GPS integrato per avere sempre a disposizione tutte le informazioni di cui si ha bisogno e i 6000 mAH della batteria assicurano un’autonomia di almeno una giornata.

ARCHOS Sense 101X possiede di tutto in termini di multimedia e connettività: un jack audio, una tastiera, 2 speaker, una slot per USB Type-C e una per micro HDMI.

Buono il rapporto qualità prezzo per un prodotto decisamente robusto e adatto alla vita in barca: lo trovate a circa 180 euro.

rugged tablet ARCHOS Sense 101X
ARCHOS Sense 101X

Biblioteca di bordo: 52 idiozie da non fare in barca e non solo quelle

Il manuale del bravo velista, il libro dei fari e quello dei nodi possiamo ben immaginare li abbiate già, ve ne sono molti e validi in libreria e sicuramente anche nella vostra biblioteca di bordo. Quello che, invece, probabilmente vi manca è un serio libro che – con un tocco di ironia – vi spieghi che cosa NON fare a bordo.

Leggi tutto “Biblioteca di bordo: 52 idiozie da non fare in barca e non solo quelle”

Pentole, tegami, padelle e sua maestà, la pentola a pressione

Pentole e tegami vari sono un altro elemento critico in barca. Prima di tutto perché non sono facili da stivare, poi bisogna saper scegliere quelli giusti perché la ruggine è inevitabilmente dietro l’angolo, infine perché normalmente le batterie di pentole per le imbarcazioni hanno dei prezzi molto elevati.

Leggi tutto “Pentole, tegami, padelle e sua maestà, la pentola a pressione”

Mangiare (e bere) in barca, gli strumenti del mestiere

terry cnudde luxury table set

Ovvero come apparecchiare la tavola, in barca a vela, con gusto e senza oggetti pericolosamente fragili.

I bicchieri

Non fatevi trarre in inganno dall’immagine in primo piano, che vuole essere una sorta di monito, un diffidate da chi vi propone piatti in preziosa porcellana e bicchieri in finissimo cristallo per un pranzo in barca, in barca infatti è opportuno disporre di oggetti infrangibili, facilmente lavabili e altrettanto comodamente riponibili negli spazi a disposizione.

Leggi tutto “Mangiare (e bere) in barca, gli strumenti del mestiere”